Migrare il sito da Http a Htpps – I consigli

Dal 2014 Google ha dichiarato che un sito in HTTPS sarà posizionato meglio nei motori di ricerca rispetto an un sito in HTTP. Secondo il colosso di Mountain View è solo un fattore di ranking.
Questa presa di posizione ha allarmato gran parte dei webmaster e SEO, alcuni hanno subito fatto la migrazione mentre altri sono ancora indecisi nel compiere questa procedura.

Migrare il sito da Http a Htpps

Differenze tra HTTP e HTTPS

Entrambi sono protocolli utilizzati per il trasferimento delle pagine web in internet e vengono utilizzati durante la navigazione attraverso i browser web (Chrome, Internet Explorer, Mozilla, Safari, etc).
Il protocollo in HTTP usa la porta 80 mentre l’HTTPS usa la porta 443.

Un’altra differenza è quella della sicurezza nel passaggio dei dati. Mentre durante la navigazione in HTTP tutte le comunicazioni sono in chiaro con il protocollo HTTPS viene generato un canale criptato che garantirà l’identità del sito web visitato e i dati quindi saranno riservati.

Una volta capita la differenza tra questi protocolli fate attenzione e cercate di capire quali siti abbiano realmente bisogno di essere migrati in HTTPS.

Se nel vostro sito avete soluzioni di pagamento con carta di credito, se gestite un’area riservata contenente informazioni private o pagine con autenticazione sicura (login del sito) allora vi consigliamo vivamente la migrazione.

ssl

Contenuti duplicati

Dal punti di vista SEO la migrazione è un passagio molto delicato, la procedura non dovrà essere improvvisata, basta un piccolo errore e il vostro sito web rischierà di sparire nelle serp dei motori di ricerca.

Una volta completata la migrazione andranno fatti immediatamenti i redirect dal vecchio sito in Http al nuovo in Https, questo procedimento eviterà il giudizio scontato di Google: contenuti duplicati.

Se vuoi ricevere informazioni più dettagliate o un preventivo per migrare il sito da Http a Https  CONTATTACI

Sull'autore